• 500 gr. Farina Manitoba
  • 100 gr. Zucchero di Canna
  • 100 gr. Olio di Semi di Mais
  • 125 gr. Yogurt Bianco (o Yogurt di Soia)
  • 1 Arancia
  • 1/2 Cucchiaino di Sale
  • 4 Tuorli
  • 25 gr. Lievito di Birra
  • 60 gr. Acqua Tiepida

Pandoro Senza Burro

Il Pandoro è un dolce che non manca mai nelle nostre case durante le feste natalizie!

Quest’anno ho voluto fare una sfida. Per la prima volta ho fatto in casa e senza burro il Panettone e il Pandoro!

Il Panettone Senza Burro ha riscosso molto successo fra di voi!

Ora voglio stupirvi con il Pandoro Senza Burro!

Il risultato sarà un dolce senza burro molto più leggero rispetto alla versione tradizionale ed altrettanto gustoso!

Al posto del burro ho utilizzato l’olio di Semi di Mais e lo yogurt. Per gli intolleranti al lattosio si può sostituire lo yogurt con lo yogurt di soia.

Vi assicuro che sfornare il Pandoro Senza Burro è una soddisfazione enorme!

Sono felice di aver realizzato con un risultato sorprendente questa ricetta di natale senza burro soprattutto per tutti i miei fan intolleranti al lattosio e con problemi di colesterolo alto!

Questo è il mio regalo di natale per voi, così che possiate gustare questo Natale il Pandoro!

La mia ricetta del Pandoro Senza Burro non prevede la sfogliatura.

Per realizzare questo dolce senza burro si impastano tutti gli ingredienti insieme e si lascia lievitare in frigorifero per almeno 12 ore. Dopo di che si trasferisce l’impasto nell classico stampo a stella e si lascia lievitare fino a quando non raggiungerà il bordo superiore.

Una ricetta facile e non impegnativa dal risultato garantito!

Questo natale stravolgete le regole e realizzate voi con le vostre mani e nelle vostre cucine il Pandoro Senza Burro!

Sono sicura che grandi e piccini apprezzeranno.

Risparmiamo qualche soldino e guadagniamo in salute creando il Pandoro Senza Burro!

Vi ricordo che potete acquistare  l’E Book “UN NATALE SENZA BURRO”. Un ricettario con 15 ricette introvabili, speciali e uniche per creare i vostri Dolci Senza Burro Natalizi!

Pandoro Senza Burro

ricette senza lattosio

PREPARAZIONE:

  1. Nella ciotola dell’impastatrice versate la farina, lo zucchero, la buccia grattugiata di un’arancia.
  2. Date una mescolata con un cucchiaio di legno.
  3. Aggiungete i tuorli, lo yogurt, l’olio.
  4. Sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida.
  5. Unite l’acqua e iniziate ad impastare fino ad ottenere una palla compatta.
  6. Coprite la ciotola con la pellicola e mettetela a lievitare in frigorifero per almeno 12 ore.
  7. Una volta raddoppiato trasferite l’impasto nello stampo per pandoro e coprite con la pellicola.
  8. Lasciate lievitare nel forno spento con la luce accesa fino a quando l’impasto non raggiungerà il bordo superiore dello stampo. A me sono servite 4 ore.
  9. Cuocete il pandoro a 200° per 10 minuti e poi abbassate la temperatura a 180° proseguendo la cottura per altri 30 minuti.
  10. Lasciatelo raffreddare completamente nello stampo.
  11. Quando il pandoro senza burro si sarà raffreddato capovolgetelo su un piatto da portata es polverizzate con lo zucchero a velo!

Vi ricordo che potete acquistare  l’E Book “UN NATALE SENZA BURRO”. Un ricettario con 15 ricette introvabili, speciali e uniche per creare i vostri Dolci Senza Burro Natalizi!

Trovate questa ricetta e tante altre golosità nella sezione “Dolci di Natale di “Dolci Senza Burro”, cliccando sul link!

Continua a seguirmi anche sulla mia pagina Facebook e sulla mia pagina Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette di Dolci Senza Burro!

Pandoro Senza Burro - Dolci Senza Burro

 

 

 

, , , , , ,

62 Responses to Pandoro Senza Burro

  1. Roberto 22/12/2013 at 09:18 #

    Fede, quanto lievito?

  2. Laura 23/11/2014 at 10:56 #

    Interessante.. :) l’impasto e lo stampo devono essere per un pandoro da 750g giusto? vorrei fare 2 o 3 pandori piccolini da regalare quindi devo sapere che stampi prendere, in questo caso ne prenderei 3 da 250g.. (non sono una cuoca esperta).
    Grazie!

  3. Giulia 08/12/2014 at 00:41 #

    Al posto della farina di Manitoba si può usare quella integrale o è meglio quella 00?

  4. maria 10/12/2014 at 10:36 #

    bello,ma come faccio il mio forno solo ventilato! va bene?

  5. maria 10/12/2014 at 10:37 #

    come faccio per il mio forno che è solo ventilato?

    • Federica Constantini 10/12/2014 at 16:36 #

      Maria fallo comunque. Si cuoce lo stesso non preoccuparti! Anche io avevo un forno solo ventilato e l’ho fatto ;)) Fammi sapere!!

  6. Stefania 10/12/2014 at 17:39 #

    Complimenti davvero!! solo una domanda: lo stampo deve essere unto e infarinato oppure no?
    grazie

  7. Gabriella 11/12/2014 at 08:27 #

    Lo stampo deve essere imburrato? ( prima di acquistare lo stampo idoneo, proverò la ricetta con quello per Angel Cake)
    Grazie

  8. maria 11/12/2014 at 18:07 #

    ok grazie

  9. maria 15/12/2014 at 15:30 #

    carissima Federica come promesso eccomi qui,ho preparato il tuo pandoro ma non è lievitato ma io non demordo e ieri ho rifatto nuovamente impasto ma con alcune modifiche:ho montato tuorli con zucchero,invece dello yogourt ho messo latte scremato 250 ml, e ho diminuito le dosi dell’olio perchè nel primo impasto era untuoso ,ho messo solo 60g di olio,ho usato stampo di carta,è venuto una meraviglia,avendo forno ventilato 180°per 10′ poi 160 e infine 140° stasera dopo cena lo mangiamo,ciao e grazie!
    non posso inviare foto il mio cellulare non le fa.

    • Federica Constantini 15/12/2014 at 17:14 #

      Ciao Maria! Sono felice che sia venuto bene! La lievitazione è sempre una cosa difficile ;) l’importante è che tu ce l’abbia fatta!! E’ piaciuto??

  10. maria 15/12/2014 at 17:45 #

    Fede domani te lo dico lo assaggiamo dopo cena,emozione a mille,è la prima volta che lo faccio,poi devi darmi qualche dritta per fare il pane io non uso lievito madre,ciao e buona cena

  11. Giulia G 16/12/2014 at 06:33 #

    Ciao lo sto provando a fare ma dopo più di 12 ore in frigo non è cresciuto… Io l’ho messo in una ciotola e coperto con la pellicola senza far passare aria… Forse è questo che ho sbagliato? Ora l’ho messo i forno sempre con la pellicola che non permette il passaggio d aria e aspetto. Secondo te crescerà? Cosa ho sbagliato? ( almeno ho usato le dosi dimezzate per fare la prova…)

    • Federica Constantini 16/12/2014 at 11:52 #

      Ciao Giulia! Rispondo nella stessa maniera anche a Maria Rosa. La procedura è corretta! Può dipendere da quanto freddo c’è nel vostro frigo. Il mio consiglio a questo punto è di rifarlo e non metterlo in frigo ma farlo lievitare in forno a luce accesa sia durante la prima lievitazione, sia durante la seconda! Fatemi sapere! E non demordete, rifatelo cosi come vi ho detto ;) Però non con metà dose ;)Federica

  12. Maria Rosa 16/12/2014 at 09:19 #

    buongiorno federica ,ieri ho provato a fare impasto pandoro,sicuro che va in frigo?dalle dieci di ieri mattina non è cresciuto per niente ora l’ho messo in forno con lucina accesa sono già 4 ore e ancora non si muove. Sai darmi qualche consiglio? grazie

    • Federica Constantini 16/12/2014 at 11:52 #

      Ciao Maria Rosa! Rispondo nella stessa maniera anche a Giulia. La procedura è corretta! Può dipendere da quanto freddo c’è nel vostro frigo. Il mio consiglio a questo punto è di rifarlo e non metterlo in frigo ma farlo lievitare in forno a luce accesa sia durante la prima lievitazione, sia durante la seconda! Fatemi sapere! E non demordete, rifatelo cosi come vi ho detto ;) Federica

  13. maria 16/12/2014 at 11:37 #

    rieccomi qui,cara Federica il pandoro favoloso,internemente vedere la morbidezza e odore non è dolce ma a me va bene così,mio figlio si è messo un po’ di nutella,io ho usato stampo di carta così non ho imburrato niente,ora il Pandoro me lo faccio io (mio nipote che studia a Roma mi ha chiesto già se lo preparo anche a lui (è a dieta),quindi cara si replica.ciao e buona giornata,dimenticavo alveatura all’interno emozionante bella e fetta leggera

    • Federica Constantini 16/12/2014 at 11:50 #

      Ciao Maria!! Sono felice che sia venuto bene! E’ una bella soddisfazione sfornarlo!! Per quanto riguarda la dolcezza va un pò a gusti, a me non piace troppo dolce, ma volendo basta aumentare la dose di zucchero!! Fammi sapere quando lo rifai! Federica

  14. Giulia G 16/12/2014 at 15:30 #

    L’ho comunque sfornato e il sapore è buono!! È venuto proprio carino, certo un pó piccolo perché alla fine e cresciuto solo nel forno le 4 ore. Lo proverò a rifare facendolo lievitare fuori dal frigo! :) speriamo bene :)) ( lo faccio la metà perché sto facendo le prove per la vigilia ahahah )

  15. Miky 29/12/2014 at 17:47 #

    Ciao Federica! :)
    Volevo chiederti due cose:
    1- posso usare olio extravergine di oliva? E nelle stesse quantità?
    2- io uso la pasta madre liquida…quanta ne uso x il panettone? Di solito per pane e pizza ne metto un terzo della farina che uso…questa proporzione va bene x tutte le tue ricette che hanno lievito? (Così non te lo chiedo ogni volta) :-P
    Grazie!!!! Un bacione
    PS: finora ho provato la crostata con pasta frolla e 3 varietà di biscotti di pasta frolla…con le gocce di cioccolato, sempli immersi x metà con cioccolato fondente e infine semplici a conchetta con marmellata al centro…i miei figli a colazione vogliono solo questi ed è una soddisfazione immensa….grazie a te!!!

    • Federica Constantini 29/12/2014 at 19:38 #

      Ciao Miky!! Eccoti qui!! Certo puoi usare l’extravergine, e per quanto riguarda la pasta madre usa questa proporzione! Fammi sapere quando lo fai!! Sono felice che i tuoi bimbi vogliano i dolci senza burro a colazione! Mangiare sano e genuino è importantissimo!! A presto Federica

  16. Danny 14/12/2015 at 00:13 #

    È il secondo anno che faccio il pandoro con questa ricetta (l’anno scorso ne ho fatti sei!) ed è uscito sempre perfettamente! Complimenti e grazie! Comunque, per essere sicuri della buona riuscita, consiglio di usare una buona farina Manitoba (io ho usato la LoConte). Il panettone invece devo riprovarlo, perché dopo tre tentativi non è ancora venuto come desidero. Cara Federica ti saluto. Avrei quasi il desiderio di conoscerti di persona. Devi essere una donna speciale. Fortunata la metà che condivide la tua vita! CIAO E BUON NATALE!

    • Federica Constantini 18/12/2015 at 10:19 #

      Ciao Danny! Innanzitutto grazie mille per i complimenti! Sono felice che il pandoro ti sia sempre venuto bene, è il mio dolce di Natale preferito! Hai visto il libro?

      • Danny 20/12/2015 at 23:53 #

        No, carissima, il libro non l’ho visto. Ti rispondo però per dirti una cosa.

        Come ho scritto nel post precedente, il “panettone classico” (quello con uvetta e canditi) non mi è ancora venuto come desidero. In effetti ho avuto anch’io problemi di “troppo liquido” e per questo motivo, durante la seconda lievitazione, l’impasto mi è “caracollato”. In effetti dopo due ore non riusciva più a raggiungere il bordo del pirottino perché perdeva continuamente gas, come se l’impasto non avesse forza o “maglia glutinica”, facendomi venire così un dolce un po’ ammassato. Devo però precisare che nei miei precedenti “tre esperimenti”, in una sola occasione ho “rinfrescato” l’impasto con la farina come dice la ricetta, ma ho ottenuto sempre lo stesso risultato. Stasera sto facendo un altro esperimento: ho rinfrescato l’impasto con due cucchiai di amido di mais che avevo in casa (Maizena), invece che con la farina. In questo modo l’impasto mi è venuto di giusta densità, e se è vero che l’amido di mais fa venire anche i dolci più soffici, dovrei fare… tombola! Forse sarebbe stata più adatta la “Frumina” (amido di frumento), perché l’impasto è comunque “glutinico”. Ti farò sapere domani! CIAO CARISSIMA!

        • Danny 21/12/2015 at 09:25 #

          Risultato decisamente migliorato! L’impasto ha mantenuto fino all’orlo e il panettone è venuto alveolato e morbidissimo. L’unico problema è che la cupola mi viene sempre piatta e non a forma di “cupolone”. Comunque ottimo!

          • Federica Constantini 21/12/2015 at 22:58 #

            Danny ho letto ora! Sono felice che questa volta sia venuto!! E’ buono? Ti è piaciuto?

        • Federica Constantini 21/12/2015 at 22:57 #

          Allora aspetto notizie sul panettone ;)

          • Danny 22/12/2015 at 17:15 #

            Te l’ho già detto: ottimo, resta solo il problema estetico e cioè che non viene il “cupolone”.

          • Federica Constantini 23/12/2015 at 22:38 #

            Che stampo hai usato?

  17. Liv 21/12/2015 at 11:27 #

    Il risultato è riuscito (anche se ho usato uno stampo un po’ troppo grande, temo) ma purtroppo ho notato che già il giorno dopo si è indurito. E’ normale? Ho sbagliato qualcosa? Si può rimediare?
    Un abbraccio

  18. Alessandra 23/12/2015 at 10:30 #

    Buongiorno Federica! ieri ho provato a fare il pandoro, seguendo i procedimenti passo per passo, ma dopo 12 ore di lievitazione è cresciuto poco; ora l’ho messo in forno e vediamo come va. Non essendo cresciuto pensi non possa venire bene?

    • Federica Constantini 23/12/2015 at 22:40 #

      Ciao Alessandra, Può essere che il frigo sia troppo freddo. Poi può dipendere anche dalla forza della farina. Hai fatto bene a metterlo a lievitare in forno! Fammi sapere ;)

  19. Jessica 15/11/2016 at 01:56 #

    Ciao.
    Ma il lievito di birra alla fine è 20gr o 25? Non ho capito. Grazie mille.

  20. Arianna 16/12/2016 at 13:52 #

    Ciao Federica, io ho il terrore che non mi cresca in frigo.. posso farlo direttamente lievitare anche per la prima lievitazione in forno?
    Oppure posso metterlo in frigo e poi se vedo che nn lievita metterlo in forno? Ciao e grazie mille non vedo l’ora di provarlo!!

    • Federica Constantini 17/12/2016 at 09:55 #

      Ciao Arianna, si puoi farlo lievitare a temperatura ambiente ;) Vai senza frigo ;) fammi sapere!!

  21. Sandra 24/12/2016 at 09:07 #

    Ciao Federica ieri sera ho provato a fare il tuo pandoro….l impasto è fantastico…..non l ho messo in frigo perché già so che non lievitava. …ma a temperatura ambiente nel forno spento…è scresciuto pochissimo….adesso l ho messo nello stampo speriamo bene…ho utilizzato lè magiche farine Manitoba 1 per pandori e panettoni…forse ho sbagliato la farina che è troppo forte?

    • Federica Constantini 24/12/2016 at 10:38 #

      Ciao Sandra! Quanto è rimasto a lievitare nel forno? che strano! Io solitamente uso la farina manitoba!

  22. Alessandra 24/12/2016 at 14:36 #

    Ciao Federica, ho tirato fuori l’impasto dal frigo, é lievitato tantissimo, ora lo stampo che ho é in acciaio, lo devo imburrare o non ci metto nulla?

    • Federica Constantini 27/12/2016 at 10:43 #

      Ciao Alessandra! Scusa se ti rispondo solo ora! Lo stampo andava unto e infarinato. Lo hai fatto? Come è venuto?

  23. Danny 28/12/2016 at 10:00 #

    Carissima Federica, sono tre anni ormai che faccio il pandoro seguendo la tua ricetta. (in totale ne ho fatti più di una ventina). Io però amo sempre “personalizzare” le ricette, e se non “disturbo” vorrei condividere la lista degli ingredienti che ho usato per gli ultimi tre pandori che ho fatto. In questo modo ho ottenuto un pandoro più morbido, più profumato, un po’ più dolce e a più lunga conservazione (rimane morbido per un tempo maggiore). Ecco la lista degli ingredienti:
    500 gr farina Manitoba
    125 gr zucchero di canna
    100 gr olio
    125 gr latte
    1/2 cucchiaino di sale
    5 tuorli
    1/2 cubetto di lievito
    80 gr latte per sciogliere il lievito
    due bustine di vanillina da 0,4 gr
    20 cc liquore al limoncello
    la buccia grattuggiata di un limone.

    In sostanza, rispetto alla tua ricetta ho aumentato un po’ lo zucchero, ho usato il latte al posto dello yogurt e dell’acqua, ho aggiunto un tuorlo e ho aromatizzato l’impasto con vanillina e limone. Devo dire che per il mio gusto è davvero ECCEZIONALE (lo ha detto anche chi lo ha assaggiato). Che dire? Grazie di tutto, auguri e … buon appetito!

    • Federica Constantini 28/12/2016 at 19:06 #

      Ciao Danny! Sono felice che il mio pandoro ti faccia compagnia da così tanto tempo! Brava per le modifiche! Proverò anche io una tua versione! Buone feste!

  24. Antonella 26/10/2017 at 22:03 #

    Ciao spero che mi risponderai perché sono intenzionata a provare questa fantastica ricetta.. allora due domande se io lo lascio lievitare per 12 ore fuori dal frigo una volta trasferito nella forma deve lievitare lo stesso per altre 4 ore? Poi la mia forma è da 800 gr queste dosi vanno bene? Grazie mille

    • Federica Constantini 01/11/2017 at 09:17 #

      Ciao Antonella! Si esatto deve lievitare lo stesso nella forma. Si le dosi vanno bene per lo stampo da 800! Fammi sapere se lo fai! Vedrai che buono!!

  25. SABRINA FANTINI 27/10/2017 at 17:42 #

    SI può sostituire il lievito chimico con lievito madre liquido? in quale proporzione ?

    • Federica Constantini 01/11/2017 at 09:16 #

      Certo Sabrina! La proporzione non te la so dire perchè non l’ho mai usato!

      • SABRINA FANTINI 01/11/2017 at 12:18 #

        grazie per avermi risposto.volevo solo sapere se era possibile la sostituzione burro/olio la proporzione la faccio io.

        grazie

        • Federica Constantini 01/11/2017 at 21:38 #

          In che senso la sostituzione burro/olio?

          • SABRINA FANTINI 02/11/2017 at 14:19 #

            SOSTITUIRE IL BURRO CON L’ OLIO DI RISO

          • Federica Constantini 06/11/2017 at 23:54 #

            Devi mettere una quantità di olio pari all’80 per cento del burro!

  26. SABRINA FANTINI 07/11/2017 at 15:21 #

    GRAZIE MILLE .SEI STATA VERAMENTE MOLTO GENTILE.

    GRAZIE

  27. anna 17/11/2017 at 11:57 #

    Io ho lo stampo da un kilo ….cresce poco?

Trackbacks/Pingbacks

  1. Dolci Senza Burro Zuccotto di Pandoro Senza Burro - Dolci Senza Burro - 25/12/2013

    […] CLICCA QUI PER LA RICETTA DEL PANDORO SENZA BURRO […]

Lascia un Commento

Pin It on Pinterest

Condividi

Consiglia e condividi questa pagina con tutti i tuoi amici

Seguimi sui Social Network

Non perdere nessuna delle mie ricette, seguimi sui miei canali social.
Puoi anche usare il nuovo hastag #dolcisenzaburro per taggare le foto e le ricette fatte da te!